01/06/2016

'Felicissime Condoglianze': ciak a Vitulano

http://www.realtasannita.it/bt_files/newspaperFiles/ciaksigira.jpg

Le bellezze architettoniche, artistiche e paesaggistiche degli antichi casali di Vitulano, delle frazioni di Ponterutto e di Santo Stefano, nel mese di giugno diventano quinte scenografiche, riprese dal noto regista Claudio Insigno, nel film “Felicissime Condoglianze”.

La sinossi o la trama narra la storia di due fratelli: Leo e Max. In uno studio legale lavora Leo, non è un brillante avvocato, viene soggiogato dal suocero, il suo datore di lavoro. Max continua ad essere affranto per la prematura scomparsa dei suoi genitori, deceduti in un incidente stradale. Afflitto dall’immenso dolore cerca di lenirlo, partecipando a tutti i funerali, disponendo la salma nella posizione che avrebbe desiderato il defunto.

Leo è stressato a causa del fratello, che in molte circostanze rischia di essere denunciato dai parenti dei morti per le sue incursioni ai funerali e per le sue stranezze di posizionare la bara in modo stravagante.

I due fratelli si ritrovano in situazioni esilaranti ed al limite dell'iperbole comica. Leo è in procinto di sposare la figlia del titolare dello studio legale, organizza il lieto evento, sceglie i mobili per la nuova casa con molta cura, ossessionato per la perfezione. Egli si trova ad un bivio: scegliere un futuro brillante e radioso, imparentandosi ad un blasonato casato, rinunciando per sempre a Max che la famiglia della fidanzata preferisce rinchiuderlo in un manicomio, oppure restare accanto al fratello un po' matto, anteponendo il successo e la ricchezza ai legami familiari.

Il fratello Max con un colpo di scena eccezionale gli dissolve i dubbi esistenziali. Talvolta pure la pratica più strana, come quella di adornare un funerale può attrarre ricchi estimatori.

Il progetto di Claudio Insigno è stato condiviso dall’Anci Film, dall’Associazione Libero Teatro e dell’ArTelesia Film Festival, per valorizzare il cinema il Sud.

Nel cast figurano attori di fama nazionale: Paco de Rosa, Antonio Fiorillo, Marzio Honorato, Claudio Insegno, Corrado Ardone, Ettore Massa, Floriana De Martino, Andrea Roncato, Sandra Milo e Ganni Ciardo.

E’ prevista la partecipazione straordinaria di Giordano Mazzocchi, il corteggiatore della trasmissione televisiva “Uomini e donne”. Il ruolo di don Sossio è interpretato da Andrea Roncato.

Il 25 e 26, nel Salone della Trinità, in Vitulano si sono tenuti i casting per selezionare i ruoli minori, le figurazioni speciali e le comparse. La presentazione del film è stata preceduta da una conferenza stampa, nel Salone della Trinità, sono intervenuti: il sindaco di Vitulano Raffaele Scarinzi, la produzione con Antonio Portella, il direttore di produzione Carmen Vollaro, il regista Claudio Insegno e gli attori Pako de Rosa e Antonio Fiorillo.

Il soggetto di “Felicissime Condoglianze” è stato scritto da Tonino Scala e Antonio Portella, il direttore della fotografia è Ciro Fabbricino. Nella seduta di Giunta del 1° marzo 2016, con delibera n.14, il sindaco Raffaele Scarinzi, il vicesindaco Francesco Antonio Iannella e l’assessore Concetta Mercuri, hanno approvato il patrocinio morale e il sostegno economico pari a 15mila euro, per le riprese del film “Felicissime Condoglianze”.

La troupe di circa 25 persone incluse gli attori che per quattro settimane soggiornano in Vitulano.

Nelle sale cinematografiche viene mostrato al grande pubblico, Vitulano, con i suoi scorci meravigliosi per esaltare il Sud attraverso la recitazione, la gestualità, la perfetta interpretazione dei ruoli, per raccontare alle famiglie una commedia avvincente in cui il cuore ed il sentimento mutano inesorabilmente il corso della vita.

La scelta di dialoghi divertenti, attuali, veloci e non banali, pongono in evidenza le problematiche sociali e generazionali. I personaggi del film vivono le contraddizioni umane del nostro tempo, ambientate in luoghi inediti nel cuore profondo di un paese. Gli autori del soggetto hanno inteso cogliere nella trama le scelte radicali dei protagonisti, per fronteggiare le avversità della vita, imposte dagli inattesi eventi che scorrono nella quotidianità.

NICOLA MASTROCINQUE

nmastro5@gmail.com 

Torna alla home page

Visualizza altri articoli "Sannio & Irpinia"