15/03/2017

'Giovani ResiliEnti', presso il Museo del Sannio tavola rotonda sul tema 'Promozione e Benessere Familiare'

http://www.realtasannita.it/bt_files/newspaperFiles/benesserefamiliare.jpg

Domani, 16 marzo, con inizio alle ore 16.00, nell'Auditorium Vergineo del Museo del Sannio si terrà Promozione e Benessere Familiare, un incontro organizzato dalla Caritas Diocesana di Benevento nell’ambito del Progetto “Giovani ResiliEnti: Giovani per il Sociale” del Dipartimento per la Gioventù della Presidenza del Consiglio dei Ministri, che vede coinvolti complessivamente 91 studenti che frequentano il Liceo Scientifico “G. Rummo”, l'Istituto Industriale “B. Lucarelli”, il Liceo Classico “P. Giannone” e l'Istituto Alberghiero “Le Streghe”.

L'appuntamento, in collaborazione con la Chiesa Evangelica “Fiumi di Grazia”, verterà proprio sul tema della promozione del benessere familiare.

Interverranno Mauro Adragna, psichiatra cristiano, che proporrà delle linee guida su come affrontare in famiglia il disagio esistenziale giovanile; Evelyn Di Mella, Anna Serenelli e Giada De Girolamo, psicologhe Caritas, che presenteranno alle famiglie e ai docenti dei Giovani ResiliEnti, la relazione finale dell'analisi dei risultati dei questionari sull’autoefficacia e resilienza somministrati agli studenti; Angelo Moretti, coordinatore Caritas, che presenterà il progetto; don Ivan Bosco, responsabile dell’Ufficio Diocesano per l’Ecumenismo e il Dialogo interreligioso.

Il progetto è stato vinto dalla Cooperativa Sociale “La Solidarietà - in partenariato con la Caritas Diocesana di Benevento, la Cooperativa Sociale “Delfini della Terra” e con l’Associazione “La Cinta Onlus” ed è nato con lo scopo di migliorare la progettualità degli Studenti, partendo dal miglioramento delle performance scolastiche e dalla riduzione del drop-out scolastico mediante la “Resilienza”: la capacità, cioè, di affrontare eventi stressanti e superarli, riorganizzando positivamente la propria vita e considerando un insuccesso come opportunità di apprendimento e di crescita.

Nella prima fase del progetto i ragazzi sono stati impegnati nella compilazione di una batteria costituita da diversi questionari anonimi: questionari carta e matita, di cui una parte dedicata ai dati socio-demografici, e una seconda relativa a una serie di misure standardizzate. Si è osservato che la media dei punteggi emersi esprime un’appropriata capacità del campione nel vivere e condividere in modo funzionale le proprie emozioni positive come l’entusiasmo, la soddisfazione e la gioia.

Attualmente i ragazzi sono impegnati nei quattro Centri già attivi: “Centro Giovani e Musica, Giovani e Sport”, presso il centro “È più bello insieme”; il “Centro Giovani per l'Ambiente”, presso la Fattoria Sociale “Orto di Casa Betania” e presso la fattoria “La Cinta”; il “Centro Giovani e Formazione Politica”, presso l'Ufficio Stampa e Comunicazione Caritas; il Centro di Pastorale Giovanile.

Torna alla home page

Visualizza altri articoli "Attualità"