20/03/2017

'Un giorno a Benevento con San Gennaro': l'associazione Culture e Letture incontra Maurizio Ponticello

http://www.realtasannita.it/bt_files/newspaperFiles/beneventosangennaro.jpg

L'associazione culturale Culture e Letture organizza la presentazione del libro Un giorno a Napoli con San Gennaro (Newton Compton Editori) di Maurizio Ponticello.

L'appuntamento è per giovedì 23 marzo alle 17.00, presso la Sala consiliare della Provincia alla Rocca dei Rettori.

All’incontro moderato da Elide Apice e intitolato Un giorno a Benevento con San Gennaro, parteciperanno oltre l’autore, il sindaco di Benevento Clemente Mastella, Annalisa Angelone e Caterina Lerro.

Si ringrazia Loredana Ficociello per le didascalia delle stampe sull’iconografia di San Gennaro in mostra nella sala dell’acquedotto.

Un giorno a Napoli con San Gennaro

I misteri e le storie inedite, le luci e le ombre del santo dei miracoli tra fede, esoterismo e scienza

Chiamatelo pure come credete, tanto nessuno dei soprannomi assegnati a san Gennaro (’O Guappone, faccia ’ngialluta, l’Avvocato…) riesce a esprimere totalmente la sua storia - bistrattata, perfino dalla Chiesa - e il percorso politico-religioso che l’ha imposto sul trono della città di Napoli. Ai suoi piedi si è accumulato un patrimonio più ricco del tesoro della regina d’Inghilterra e degli zar di Russia; conta 25 milioni di devoti, eppure i fedeli lo hanno più volte accusato di tradimento e destituito con un colpo di spugna. Braccato dalla scienza, indagato dagli occultisti e osannato dai credenti, tirato per la mitra da Benevento e dalla Calabria che lo reclamano, san Gennaro è sempre nell’occhio di un ciclone, proprio com’è il luogo di culto del martire: di esclusiva proprietà della cittadinanza, benché all’interno della cattedrale partenopea. Ma, chi era realmente san Gennaro? E come mai del prodigio del sangue non c’è traccia fino a oltre mille anni dopo il martirio? Un viaggio contromano nell’universo del vescovo decollato che non piace al Vaticano al punto da retrocederlo. Un’incursione a trecentosessanta gradi tra i “vincoli carnali” che congiungono il campione di Napoli al suo popolo, e tra gli arcani che fanno di Januarius l’ultima divinità pagana della città.

 Maurizio Ponticello vive e lavora a Napoli. Scrittore e giornalista, è stato il direttore del magazine di cultura e attualità Nike e del mensile di ecologia della mente Oikos; corrispondente freelance di testate nazionali radiofoniche e televisive nonché redattore di Napoli Oggi, de Il Giornale di Napoli e per alcuni anni cronista de Il Mattino.

Ha ideato e fondato il premio di grafica e illustrazione Imago (da quasi venti anni in collaborazione con Napoli Comicon).

È vicepresidente di Napolinoir e, insieme alla scrittrice Diana Lama e a Caterina Lerro, è promotore del Premio ParoleinGiallo - il primo e unico concorso letterario di scrittura creativa gialla per studenti di ogni ordine e grado - per il quale ha curato le raccolte antologiche Delitti peccaminosi (2010), Muse assassine (2011), Aggiungi un morto a tavola (2012) e Sangue sulle antiche pietre (2013).

Dal 2010, con la scrittrice Simonetta Santamaria ha curato la rassegna letteraria INpastallautore - Autori che degustano lettori, lettori che degustano Autori.

Tra le varie attività, per gli eventi ufficiali del Bicentenario di Charles Dickens gestiti da Celebrating the 200th birthday of Charles Dickens, è stato conferenziere sul tema: Maurizio Ponticello incontra i fantasmi di Dickens (il giorno che non c'è).

Suoi racconti e interventi sono pubblicati in alcune antologie, tra cui il saggio introduttivo a Questi fantasmi… (Boopen Led, 2009); L'ultimo baktun in Apocalissi 2012 - Ventiquattro variazioni per una possibile Fine del Mondo (Bietti, 2012), nell'Enciclopedia degli scrittori inesistenti 2.0 (Homo Scrivens, 2012) e Sbirri di Regime (Bietti, 2014).

Ha pubblicato:

- Napoli, la città velata. Luoghi e simboli dei Misteri, degli dèi, dei miti, dei riti, delle feste (Controcorrente, 2007), definito dalla stampa l'altra faccia di Gomorra

- I Misteri di Piedigrotta. Dai culti segreti alla Festa: il Codice Dioniso, il simbolismo, Tradizione, Storia ed altre storie napoletane nel labirinto (Controcorrente, 2009)

- Misteri, segreti e storie insolite di Napoli (Newton Compton, 2012) con Agnese Palumbo

- La nona ora (Edizioni Bietti, 2013), un thriller esoterico

- I Pilastri dell’anno. Il significato occulto del calendario (Edizioni Mediterranee/Arkeios, 2013)

- Il giro di Napoli in 501 luoghi (Newton Compton, 2014) con Agnese Palumbo

- Forse non tutti sanno che a Napoli... (Newton Compton, 2015)

- Un giorno a Napoli con san Gennaro. Misteri, segreti, storie insolite e tesori (Newton Compton, 2016)

Con la monografia sui riti arcaici di Piedigrotta e sul simbolismo occulto della Festa delle Feste, l'autore ha ricevuto il Premio Masaniello, il Premio Domenico Rea e il Premio Emily Dickinson. È stato inoltre insignito dell'Oscar Scugnizzo d'Oro per la cultura 2012 dall'Accademia di Alta Cultura “Europa 2000”.

Torna alla home page

Visualizza altri articoli "Attualità"