05/04/2017

I pastorelli Francesco e Giacinta presto santi

http://www.realtasannita.it/bt_files/newspaperFiles/francescoegiacinta.jpg

Giovedi 23 marzo, Papa Francesco, ricevendo in udienza il Cardinale Angelo Amato, prefetto della Congregazione delle cause dei santi, ha autorizzato la promulgazione del decreto che riconosce il miracolo, attribuito all’intercessione del beato Francisco Marto, nato l’11 giugno 1908 e morto il 4 aprile 1919 e della beata Giacinta Marto, nata l’11 marzo 1910 e morta il 20 febbraio 1920.

I fratelli beati, originari di Fatima, insieme alla cugina Lucia dos Santos, nata il 28 marzo 1907 e morta il 13 febbraio 2005 nel Carmelo di Coimbra, furono protagonisti delle apparizioni della Regina del Rosario dal 13 maggio al 13 ottobre 1917 in Cova da Iria, cioè conca della pace, località nei pressi di Fatima, in Portogallo, dove i tre pastorelli avevano condotto al pascolo un piccolo gregge. Lucia è rimasta 98 anni sulla terra per diffondere la devozione al Cuore Immacolato di Maria, mentre Francesco e Giacinta, colpiti dal virus della spagnola, morirono qualche anno dopo le apparizioni.

La Chiesa ha riconosciuto le apparizioni di Fatima nel 1930. Il 12 febbraio 1940 Lucia scrive al Papa Pio XII. Il 30 aprile 1952 Mons. Josè Alves Correia da Silva apre il processo informativo diocesano sulla fama di santità e sulle virtù di Francesco e Giacinta. Il 13 maggio 1967 Paolo VI è il primo pontefice a recarsi al Santuario portoghese dove incontra anche suor Lucia. Nel 1979 giungono a Roma gli atti del processo di canonizzazione di Francesco e Giacinta. Il 13 maggio 1981 l’attentato criminale a Giovanni Paolo II in Piazza S. Pietro.  Il 13 maggio 1982 Giovanni Paolo II, pellegrino per la prima volta a Fatima, fa incassare il proiettile dell’attentato nella corona della statua di N.S. di Fatima. Il 13 maggio 1991 Papa Wojtila si reca per la seconda volta a Fatima ed il 13 maggio 2000, per la terza volta a Fatima, beatifica i veggenti Francesco e Giacinta. Il 30 aprile 2008 il Vescovo di Coimbra apre il processo per la causa di beatificazione di Suor Lucia di Gesù e del Cuore Immacolato, che il 13 febbraio scorso si è chiusa nella chiesa del monastero carmelitano di Coimbra, a dodici anni esatti dalla morte di Suor Lucia.

Postulatore il carmelitano scalzo di origine trentina Padre Romano Gambalunga, coadiuvato dalla vice postulatrice Suor Angela di Fatima Coelho, già postulatrice della causa degli altri due pastorelli. Nel Centenario delle apparizioni, il 12 e il 13 maggio prossimi, Papa Francesco si recherà in pellegrinaggio al Santuario di Fatima e forse, proprio nel giorno centenario, il 13 maggio, il pontefice potrebbe canonizzare i beati Francesco e Giacinta.

Per Suor Lucia, dopo la fase diocesana, ha avuto inizio la fase romana in vista della beatificazione. Anche da Benevento, dal 10 al 16 maggio prossimi, partirà un pellegrinaggio per Fatima e Santiago de Compostela, organizzato dalla parrocchia cittadina di S. Gennaro, che guiderò personalmente.

Ho avuto la gioia e il privilegio di incontrare nel monastero carmelitano di Coimbra la veggente Suor Lucia dos Santos, che chiese copie del mio libro su Fatima da offrire ai pellegrini italiani che la visitavano. Al rientro dal pellegrinaggio annuale inviai oltre un centinaio di copie della mia pubblicazione, insieme ad uno scritto personale, che accompagnava la spedizione.

Ricevetti dalla veggente una lettera di ringraziamento datata 1° agosto 2001, un piccolo e denso trattato sull’importanza e l’urgenza di tornare alla preghiera. Un dono che conservo gelosamente e che ho pubblicato in migliaia di copie, convinto che il bene è per sua natura diffusivo. Dieci anni fa, Papa Benedetto XVI, ha definito Fatima “la più profetica delle apparizioni moderne”. L’evento di Fatima ha di fatto segnato e cambiato la storia del mondo e della Chiesa del XX secolo.

Nel 10° anniversario della beatificazione di Giacinta e Francesco, il 13 maggio 2010, sulla spianata del Santuario di Fatima, Papa Ratzinger ha affermato: ”si illuderebbe chi pensasse che la missione profetica di Fatima sia conclusa. Possano questi sette anni che ci separano dal centenario delle Apparizioni affrettare il preannunciato trionfo del Cuore Immacolato di Maria a gloria della Santissima Trinità”. Parole di un genio, parole di un Papa sapientissimo.

PASQUALE MARIA MAINOLFI

Torna alla home page

Visualizza altri articoli "Chiesa Cattolica & Religioni"