18/04/2017

SOLOPACA - 'Dall'oblio alla luce', il ritorno alla fruizione di due tele del '700

http://www.realtasannita.it/bt_files/newspaperFiles/dalloblioallaluce.jpg

E' previsto per il 23 aprile, alle ore 17.00, il ritorno delle tele (la Crocifissione di Cristo e il S. Michele Arcangelo) attribuite al pittore solopachese Decio Frascadore nella Chiesa del S.S. Corpo di Cristo; ritorno graditissimo in quanto versavano in una condizione pittorica davvero precaria e, grazie al progetto ‘Recuperiamo la Nostra Memoria’ lanciato 3 anni fa dalla Pro Loco Solopaca, sono state restaurate.

L’evento, promosso dalla Pro Loco in collaborazione con l’Amministrazione comunale di Solopaca, l’Associazione Mediterraneo Sociale e la Soprintendenza dei Beni Culturali per le province di Benevento e Caserta  consentirà il ritorno alla fruizione delle tele per l’intera comunità solopachese.

Durante la manifestazione si esibiranno, diretti dal Maestro Francesco Fusco, gli allievi dell’orchestra dell’Istituto d’Istruzione Superiore ‘Carafa-Giustiniani’ di Cerreto Sannita, per celebrare anche musicalmente il ritorno delle opere pittoriche dopo il necessario restauro.

All’evento, oltre al presidente della Pro Loco Solopaca, Lucia Saudella, prenderanno parte il sindaco di Solopaca, Pompilio Forgione; l’assessore alle infrastrutture, alla viabilità, al patrimonio e all’urbanistica del Comune di Solopaca, Giuseppe Canelli; il presidente dell’Associazione Mediterraneo Sociale, Salvatore Esposito; Michela Acquaro, responsabile del restauro delle tele; Marianna Merolla, funzionario per la Soprintendenza dei Beni Culturali per le province di Benevento e Caserta e Giusi Fusco, storica dell’arte che si soffermerà sulla figura dell’artista Frascadore, sulle caratteristiche delle tele restaurate e dell’ambiente in cui operò il pittore solopachese.

Durante la serata verrà presentato anche un catalogo con i ringraziamenti per tutti coloro che hanno contributo al progetto ‘Recuperiamo la Nostra Memoria’ e gli interventi di diversi esponenti della realtà sociale locale che, in questo modo, hanno espresso le proprie considerazioni sul progetto: tra gli altri, Lucia Saudella (presidente Pro Loco Solopaca), Salvatore Esposito (presidente Associazione Mediterraneo Sociale), Marianna Merolle (funzionario Soprintendenza Beni culturali per Benevento e Caserta), mons. Domenico Battaglia (vescovo della Diocesi di Cerreto Sannita- Telese Terme - S. Agata de’ Goti), Marella Tammaro (segretario Pro Loco Solopaca), Antonio Iadonisi (storico dell’arte), Giusi Fusco (storica dell’arte), Silvana Sellaroli (architetto), Giuseppe Canelli (ingegnere e assessore al patrimonio del comune di Solopaca), Salvatore Buonomo (soprintendente dei Beni culturali), solo per ricordarne qualcuno.

In realtà l’appuntamento del 23 aprile sarà preceduto da un altro evento promosso dalla Pro Loco in collaborazione con l’Associazione Mediterraneo Sociale, in agenda per il 20 aprile alle 11.00 presso il Museo EnoGastronomico di Solopaca; si tratta di un’asta pubblica, con il ricavato che andrà al progetto ‘Recuperiamo la Nostra Memoria’, riguardante le bottiglie d’artista rientranti nel progetto ‘Memoria, Arte e Fango’, che lo scorso mese di gennaio ha fatto tappa a Solopaca.           

Torna alla home page

Visualizza altri articoli "Attualità"