06/05/2017

Forza Nuova riunisce i ranghi e ribadisce i suoi valori

http://www.realtasannita.it/bt_files/newspaperFiles/robertofiore_1.jpg

Sabato 29 aprile presso la sala congressi dell’Hotel Italiano, in Viale Principe di Napoli a Benevento, ha avuto luogo un incontro particolarmente significativo, che ha visto coinvolti gli appartenenti ed i simpatizzanti di Forza Nuova, movimento di chiara ispirazione alla destra estrema.

Alla luce delle nuove tendenze movimentiste una caratterizzazione in questa ottica è da alcuni ritenuta ormai superata e appartenente a visioni più coerenti con gli schemi del secolo scorso. Tuttavia gli argomenti ed i richiami tendono a rimarcare aspetti critici che partono proprio dalle esperienze del novecento.

Critica al ’68, una struttura europea di fatto divisiva che trova nell'Unione una serie di vincoli lontani dagli interessi dei popoli, una globalizzazione finanziaria che, in ragione delle nuove libertà, confina le genti in meccanismi di mercato che provocano iniquità e disvalori, a fronte inoltre di un’immigrazione, secondo FN, calcolata e gestita dall'esterno.

Un ragionamento che trova fondamento, rammenta Fiore, proprio nelle denunce di questi giorni del sostituto procuratore siciliano Zuccaro, riguardo al coinvolgimento di alcune ONG, organizzazioni non governative operanti nel salvataggio dei migranti nel Mediterraneo, accusate di svolgere queste attività in combutta con i trafficanti di uomini.

Un processo, secondo le convinzioni del segretario, che nei suoi risvolti più generali di conseguente squilibrio sociale è galvanizzato da potenti finanzieri globali, come il noto finanziere George Soros, più volte citato. Tuttavia i caratteri un po' nostalgici si ritrovano in alcuni richiami, come quelli al glorioso mito italico di epoca antico romana e ad una visione europea unita ma fortemente identitaria, dimenticando tuttavia che essa è stata fautrice di un passato vissuto col fragore di guerre fratricide.

Vi è d’altro canto la volontà di ribadire un’aderenza ed una condivisione netta del partito con le ragioni etiche della nostra Costituzione ricordando, secondo Fiore, la presenza di alcuni dei valori più cari alla destra in molti dei principi fissati nella nostra carta fondamentale. Insomma un discorso a tutto campo che è servito a dare forza e vigore alle ragioni di questo movimento. Sicuramente notevole il presidio sul campo delle forze dell’ordine che non hanno avuto, fortunatamente, bisogno di intervenire.

Unico momento di breve tensione quando alcuni esponenti antifascisti si sono fatti sentire, senza, però, indurre all'esigenza, da parte degli operatori di pubblica sicurezza, di dover realizzare azioni di contrasto. Un incontro, quindi, che sostanzialmente nel suo significato ha voluto portare supporto e sostegno agli esponenti ed ai simpatizzanti locali dopo i fatti di Piazza Risorgimento dello scorso 8 aprile, quando si determinò un’aggressione ad alcuni militanti. Da segnalare, in concomitanza alla conferenza, una manifestazione svoltasi in via Salvator Rosa, rappresentativa in modo contrapposto delle ragioni e dei valori di ispirazione antifascista.

LUIGI RUBINO

http://www.realtasannita.it/bt_files/newspaperFiles/robertofiore_2.jpghttp://www.realtasannita.it/bt_files/newspaperFiles/robertofiore_3.jpghttp://www.realtasannita.it/bt_files/newspaperFiles/robertofiore_4.jpghttp://www.realtasannita.it/bt_files/newspaperFiles/robertofiore_5.jpg

Torna alla home page

Visualizza altri articoli "Politica"