06/05/2017

Erbacce e sporcizia segnano il degrado

http://www.realtasannita.it/bt_files/newspaperFiles/expostemontesarchio.jpg

Sempre più critica la situazione della  città di Montesarchio, soprattutto se si guardano alcune zone del territorio comunale che risultano sempre più dimenticate dalle iniziative dell’amministrazione.

Il centro storico, per esempio, che viene lasciato fuori da interventi importanti come il completamento della rete fognaria che è stata realizzata solo per una parte, o alcune strade che aspettano interventi di manutenzione da molti anni, come la variante al centro cittadino che collega via Benevento con via Napoli e viceversa.

Si è perso il conto da quanto tempo ormai non viene sistemato l’asfalto e da quando non viene ripristinata la segnaletica stradale sia verticale che orizzontale.

Ormai tutto il percorso è segnato da buche che solo quando diventano profonde vengono riempite con asfalto che dopo qualche giorno si sgretola, non esiste più la striscia bianca di separazione delle corsie e quella laterale, così come la segnaletica verticale, e di sera, data la scarsa illuminazione di alcuni tratti, questa strada diventa estremamente pericolosa.

L’amministrazione Damiano, invece, sembra essersi specializzata nella realizzazione di opere che non sono di primaria importanza per la collettività, impegnando fondi pubblici per la ricostruzione e ampliamento di una rotatoria proprio sulla via Benevento all’innesto della stessa con la Variante, mentre tutta l’area a destra e a sinistra della rotatoria in costruzione che è zona Pip, così come una parte delle traverse che si immettono sulla Variante, sono malmesse e totalmente abbandonate come la Variante stessa.

E’ inutile dire che l’ampliamento della rotatoria, che aveva bisogno  solo di interventi di manutenzione e ripristino della segnaletica, crea un grosso impatto visivo ed anche difficoltà per gli automobilisti. Intanto ancora non è stato convocato il consiglio comunale per l’approvazione del bilancio di previsione dell’ente, nonostante la diffida del prefetto, giunta già da diversi giorni in quanto è stata già ignorata la scadenza prevista dalla legge.

Un’altra area che è stata lasciata in grave stato di abbandono e degrado è quella circostante l’ex edificio delle Poste in via Marchetiello, così come l’edificio stesso che è stato oggetto di atti vandalici.

Erbacce e sporcizia, infatti, segnano il degrado di questo spazio con al centro la palazzina. Stesso aspetto trascurato mostra il parcheggio di fronte intitolato ai Martiri di Cefalonia, e poco più avanti i giardini di piazza La Garde. Agli amministratori, basterebbe fare un giro pochi metri più avanti delle strade centrali, per poter vedere quanto degrado c’è  in altre zone. Ma forse, l’amministrazione comunale guidata da Damiano, è già proiettata verso la primavera 2018 quando ci saranno le prossime elezioni e quindi realizzerà tutte questi interventi negli ultimi mesi del mandato, in modo da poter dire in campagna elettorale “noi abbiamo fatto”.

Ma i cittadini di Montesarchio, e soprattutto i giovani, sono preoccupati anche per la grave crisi economica e occupazionale che si sta vivendo. Molti esercizi commerciali hanno chiuso i battenti, troppi giovani sono costretti ad accontentarsi di lavori mal pagati, o in alternativa devono emigrare al nord per poter lavorare, mentre le aziende locali, alcune anche di grandi dimensioni, hanno solo una minima ricaduta sul territorio, così come risulta nullo l’interesse a migliorare ed a creare nuove prospettive di sviluppo per il Sannio e la Valle Caudina da parte di deputati e sottosegretari beneventani.

LUCIA DE NISI

Torna alla home page

Visualizza altri articoli "Sannio & Irpinia"