08/06/2017

Quella bottega un po' così

http://www.realtasannita.it/bt_files/newspaperFiles/bottegavorrasi.jpg

Sareste capaci di prendere il baccello d'una fava, scarnificarne il filamento che abitualmente si  scuce per aprirla e gustarne il frutto e agganciarvi due ciliege attaccate al picciolo (che noi da bambini mettevamo sulle orecchie per farne scendere rossi pendentif)? Eccovi  la foto (prima in basso).

Ed ecco il bambino che è in Pompeo Vorrasi, con una delle sue “invenzioni” senza pittura. Per il resto è tutta pittura, compreso il camino dove pure la legna è opera del suo ingegno pennellistico. Non è uno scherzo la tela di una dotata ballerina sfondata (tela e ballerina) con un calcio, non ho ben capito per quale motivo.

Il Nostro deve assolutamente trovare spazio per libri: ha pensato ad una specie di soppalco, ma ha già progettato la colonna di sostegno, sempre frutto della sua maestria di pittore. La casa del Maestro è bellissima e ordinatissima. La stessa bottega, dove tutto l'occorrente è a portata di mano, è un esempio di ordine. Ogni cosa a suo posto. Compresi i giornali e Realtà Sannita sulla scrivania.

Sono in lavorazione alcune cose. Si capisce che Pompeo Vorrasi è in piena attività, non ha deposto il pennello. Va a prendere una tavoletta e ce la mostra: nasconde il volto e poi fa capolino da dietro. Come a chiedersi qual è meglio il dipinto o l'originale?

Poi, sollecitato a porre fine alla piacevole mattinata (con la promessa di un ritorno più disteso in autunno), prende una matita e un foglio A4 e disegna una ballerina.

- Grazie Maestro, alla prossima.

- Aspettate, ci devo mettere un po' di colore e alcune pennellate d'acqua. Perciò si chiama acquerello.

Uno dice: che bella vita fare il pittore. Sì, ma Vorrasi ha fatto anche il professore. Non credo il vice preside.

Però, se uno ha la fortuna di godere dell'attenzione di una mente lucida come quella di Pompeo Vorrasi, è bello fare pure il giornalista. E il fotografo per conto di Giovanni Fuccio, che si è degnato di scattare lui la foto a me con Vorrasi. Al direttore è dedicata la foto del saluto.

MARIO PEDICINI

http://www.realtasannita.it/bt_files/newspaperFiles/pompeovorrasi_2.jpghttp://www.realtasannita.it/bt_files/newspaperFiles/pompeovorrasi_3.jpghttp://www.realtasannita.it/bt_files/newspaperFiles/pompeovorrasi_4.jpghttp://www.realtasannita.it/bt_files/newspaperFiles/pompeovorrasi_5.jpghttp://www.realtasannita.it/bt_files/newspaperFiles/pompeovorrasi_6.jpghttp://www.realtasannita.it/bt_files/newspaperFiles/pompeovorrasi_7.jpghttp://www.realtasannita.it/bt_files/newspaperFiles/pompeovorrasi_8.jpghttp://www.realtasannita.it/bt_files/newspaperFiles/pompeovorrasi_9.jpg

Torna alla home page

Visualizza altri articoli "Costume & Società"