11/07/2017

Laureato all'Università del Sannio sviluppa sistemi di automazione per Philip Morris

http://www.realtasannita.it/bt_files/newspaperFiles/furiobuonopane.jpg

Furio Buonopane è un laureato dell'Università del Sannio. Attualmente è 'control systems engineer' per l'azienda svedese FlexLink System Spa che lavora a uno dei progetti più innovativi sviluppati in Italia, legato all’industry 4.0, per il colosso americano Philip Morris International.

Ventisette anni, di Ariano Irpino, Furio è un esempio della meglio gioventù Unisannio. 

Ha conseguito la laurea magistrale in ingegneria elettronica indirizzo automazione presso l’ateneo sannita nel 2016, con un lavoro di tesi dal titolo 'Extremum Seeking Control applied to a PAT for energy recovery in water distribution networks', supervisori i professori Luigi Glielmo e Nicola Fontana. Gi stessi che durante gli studi magistrali lo hanno guidato su due grandi progetti di ricerca legati alle smart city e al recupero energetico nelle reti di distribuzione idrica, in collaborazione con l’Università degli Studi di Napoli Federico II.

Buonopane è un esperto in sistemi di automazione con un’esperienza intensa in automazione industriale, controllo di processo e 'grid automation systems'. Nella sua attività di ricerca si occupa di sistemi di controllo avanzati, ottimizzazione dell’energia, 'extremum seeking control' e 'network automation systems'. Buonopane è autore e co-autore di più di 9 articoli a carattere scientifico pubblicati su importanti riviste internazionali, come IEEE ed Elsevier.

Oggi, è responsabile di progetto (Project Leader) per FlexLink System Spa (Coesia Company - http://www.coesia.com/) con il ruolo di Control Systems Engineer, per uno dei progetti più innovativi sviluppati in italia legato all’industry 4.0 per il colosso americano Philip Morris, nella nuova sede di Crespellano (BO). Buonopane è responsabile per la progettazione dei sistemi di controllo, le specifiche, la simulazione, il test, l'installazione, l'avviamento, l'assistenza e la messa in servizio. Le sue responsabilità includono: sviluppo software (SCADA & PLC), testing e messa in servizio di sistemi automatizzati quali trasportatori, tilter ad alta velocità, sistemi di imballaggio automatici, robot, scanner e relativi sistemi di controllo.

'Con il mio team (circa 25 persone) lavoriamo per sviluppare sistemi di controllo efficienti, sostenere i prodotti esistenti, testarli e fornire assistenza tecnica ai clienti' ci racconta l’ingegnere Buonopane.

'L’Università del Sannio mi ha offerto una grande opportunità - aggiunge l’ingegnere  Buonopane -. Voglio ringraziare i docenti che hanno creduto in me assecondando le mie attitudini. Il loro contributo è stato decisivo nell’attività di ricerca che oggi mi consente di lavorare a un progetto innovativo molto soddisfacente. Un consiglio agli studenti che devono scegliere il loro percorso di studi all’università: seguite sempre le vostre passioni'.

Torna alla home page

Visualizza altri articoli "Attualità"