12/07/2017

Benevento alla ribalta nazionale grazie al Festival BCT

http://www.realtasannita.it/bt_files/newspaperFiles/galabct_1.jpg

Piazza Roma è divenuta per il Festival BCT una sorta di studio televisivo all'aperto, per incontrare gli attori del momento e per rievocare gli inizi della loro carriera. La serata di gala presentata da Fabrizio Frizzi, regia di Matteo Cinque, ha concluso una riuscita kermesse, che ha riportato Benevento alla ribalta nazionale.

Stefania Bruno con le dita ha letteralmente catturato l’attenzione della piazza ancora una volta affollata, realizzando rapidamente il logo del festival, le immagini di Totò, di Federico Fellini.

Sono stati successivamente assegnati gli ambiti riconoscimenti con il Noce d’Oro, simbolo della manifestazione. Il primo a ricevere il Noce d’Oro Nicola Giuliano, il produttore della pellicola “La grande bellezza” (2013), premiato da Fulvio De Toma, vice presidente di Confindustria Turismo di Benevento, a seguire ha ritirato il simbolo del Festival Enrique Del Pozo, ricevuto da una modella. Il regista e produttore, è autore di The man behind the woman”, un documentario che narra la biografia di un famoso trasformista spagnolo Manuel Dalgò.

Il tenore di origine campana Francesco Malapena, ha interpretato “Mi mancherai”, tratta dalla colonna sonora de “Il postino” (1994), diretto da Massimo Troisi e Michael Radford, girato nell’isola di Salina. L’attore Giovanni Esposito, che ha recitato con Siani e il suo volto è noto nel cast “I bastardi di Pizzo Falcone”, mandato in onda da Rai 1, ha ricevuto il Premio Campania da Antonio Campese, il presidente della Camera di Commercio di Benevento.

Il miglior documentario, realizzato per “Crazy for football”, inerente la tematica di rilevanza sociale dei trattamenti psichiatrici, conseguenti alla legge Basaglia, normata per tutelare  la dignità alle persone colpite da patologie mentali, è stato assegnato al regista Volfango De Biasi da Ginevra Nuti.

Nel secondo momento musicale la figlia del noto attore e regista Francesco Nuti, Ginevra si è esibita con “Sarà per te”, cantata dal padre al 38esimo Festival di Sanremo.
E’ la volta di Massimiliano Bruno, sceneggiatore, di “Notte prima degli esami” (2006), attore nonchè uno dei protagonisti di “Boris” (2011), di salire sul palco. Da regista ha ottenuto innumerevoli successi, tra cui ricordiamo “Nessuno mi può giudicare” (2011)  e il genere filmico della commedia all’italiana “Beata ignoranza” (2017). Dall'assessore alla Cultura di Benevento, Oberdan Picucci,  è stato insignito con il Noce d’Oro.
Rita Dalla Chiesa dal questore di Benevento Giuseppe Bellassai, ha ricevuto il premio per la carriera televisiva. La conduttrice  nella breve intervista ha ricordato i suoi programmi televisivi, in particolare Forum. La creatività dei giovani è stata valorizzata dal Festival Bct, nel bando di concorso riguardante il tema dell’integrazione.

I finalisti del concorso “Io esisto”, risultati primi per le scuole primarie e secondarie della Regione Campania, più votati sui social, sono stati rispettivamente  l’I.C. Sant’Angelo a Sasso, per il cortometraggio “Diversamente uguali”, per la sezione” Io esisto 13” l’I.C. Statale Vittorino da Feltre di Napoli. Per la scuola primaria di Sant’Angelo a Sasso di Benevento.

Il rettore dell’Unisannio Filippo de Rossi ha consegnato il premio al dirigente scolastico Michele Ruscello mentre per l’I.C. Vittorino da Feltre una docente è stata insignita del Noce d’oro da Nicola Giuliani. Per la brillante carriera artistica Vittorio Marsiglia, beneventano doc, ha ritirato il premio da Giovanna Giaquinto, poi ha deliziato il pubblico con una canzone del suo repertorio Canto Malinconico.

Il premio per la giovane emergente in tv è stato conferito a Giulia Salemi, il primo della sua carriera da Dario Marigliani. Sul palco è stata notata per le sue evidenti trasparenze. Patrizio Rispo, attore indiscusso di “Un posto al sole”, ha ritirato il Noce d'Oro per la migliore serie televisiva italiana 2017 da Simona Albini, poi Michele Braga per le musiche del film “Lo chiamavano Jeeg Robot” è stato premiato dalla meravigliosa Valeria Altobelli.

Il premio di miglior regista televisivo è stato consegnato a Massimiliano Papi da Miss Italia 2017 Alice Sabatini.  Il primo cittadino ha insignito il celebre produttore cinematografico Fulvio Lucisano.

Il sindaco Clemente Mastella ha ringraziato ed evidenziato: “Il genio e l’impegno di Antonio Frascadare, direttore artistico del Festival. A Benevento, alla quale dedico la parte residuale della mia vita, vorrei sia riconosciuto quanto sia bella nonostante ancora, per molti versi, sconosciuta”.
A Piera Degli Esposti, attrice di raro talento e dalla carriera straordinaria, aiuto regista, scrittrice, poetessa,  è stato assegnato il penultimo Noce d’Oro, consegnato da Antonio Frascadore, direttore artistico del BCT. L’attrice ha sottolineato: “Sono stata l'attrice più rifiutata, l'Oscar della bocciatura e sono fiera di ricevere, questa sera, il mio primo Noce d'oro”.

Frascadore ha confermato che la prossima edizione del Festival si svolgerà nel 2018, non risparmiando bordate ai denigratori della kermesse. La serata di gala si è conclusa con “Libiamo nei lieti calici”, tratta dall’opera verdiana La Traviata, eseguita da Eleonora Arpaise, Francesco Malapena, accompagnati al piano dal M° Luca Mennella.     

NICOLA MASTROCINQUE

http://www.realtasannita.it/bt_files/newspaperFiles/galabct_2.jpghttp://www.realtasannita.it/bt_files/newspaperFiles/galabct_3.jpg

Torna alla home page

Visualizza altri articoli "Attualità"