04/10/2017

Settima edizione del Premio giornalistico 'Mimmo Castellano'

http://www.realtasannita.it/bt_files/newspaperFiles/fuccio28092017.jpg

In una affollata Aula Consiliare del Comune di Castel San Giorgio (SA), alla presenza di Autorità militari, civili e religiose, oltre che di una folta rappresentanza della categoria dei giornalisti, si è tenuta la settima edizione del premio giornalistico “Mimmo Castellano”.

La manifestazione - organizzata anche quest’anno dall’Associazione della Stampa Campania Valle del Sarno, con il patrocinio del Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Giornalisti, del Consiglio dell’Ordine dei Giornalisti della Campania, del Movimento Unitario Giornalisti, del Comune di Castel San Giorgio e della Provincia di Salerno -  intende onorare la memoria del compianto Mimmo Castellano, figura mitica per i giornalisti.

Come si ricorderà, Castellano è stato vicepresidente dell’Ordine dei giornalisti della Campania e segretario generale aggiunto della Federazione Nazionale della Stampa Italiana ed è scomparso prematuramente nel 2008. Il premio giornalistico “Mimmo Castellano” è uno dei fiori all’occhiello dell’Assostampa Campania Valle del Sarno: fin dalla costituzione del sodalizio i soci hanno inteso rendere omaggio a quello che deve essere considerato un vero papà dei giornalisti pubblicisti con un riconoscimento per tutti coloro che si distinguono nel campo dell’informazione.

La settima edizione del Premio è stata presentata dai giornalisti Giuseppe De Caro della Rai di Napoli e dalla freelance Daniela Apuzza. 

Questi i premiati:

Per la sezione Giovani hanno ricevuto il premio Davide Speranza, collaboratore de “la Città” e Brigitte Esposito, giornalista freelance.

Sezione sport del territorio Giuseppe Della Morte, collaboratore di “Telenuova”, emittente televisiva regionale.

Sezione Uffici stampa, al colonnello dell’esercito Francesco Tirino, responsabile della Ufficio Pubblica Informazione e Comunicazione delle forze operative nell’Italia del sud ed insulare.

Sezione Impegno sociale a monsignor Pasquale Mocerino, responsabile della comunicazione del santuario di Pompei.

Sezione Impegno di categoria ad Ottavio Lucarelli, presidente dell’Ordine dei giornalisti della Campania.

Sezione giornalismo sportivo donne a Alda Angrisani, vice capo redattore di “Raisport”.

Sezione alla carriera Venanzio  Postiglione, vicedirettore del “Corriere della Sera” e a Giuseppe Blasi, presidente UCSI Campania, già responsabile dei “TgRai3” regionali.

Riconoscimenti speciali con medaglia dell’Ordine della Campania all’editore-giornalista Giovanni Fuccio per la pubblicazione del libro “Mimmo Castellano, la forza del giornalismo” e fondatore del quindicinale “Realtà Sannita”; a Franco Russo, fondatore della rivista “Nord-sud”, poeta ed autore del testo “Omaggio ai giornalisti”, una canzone che è stata presentata nel corso del pomeriggio con l’interpretazione del tenore Gaspare Di Lauri; e a Biagio Esposito, collaboratore della “Gazzetta del Sud” da circa 50 anni.

Hanno presenziato alla manifestazione S.E. l’arcivescovo della diocesi Amalfi-Cava de’ Tirreni, mons. Orazio Soricelli, il sindaco di Castel San Giorgio Paola Lanzara accompagnata dal  vice sindaco Giuseppe Alfano, il consigliere della Provincia di Salerno Antonio Rescigno, il generale Carmine De Pascale in rappresentanza della Regione Campania, il Procuratore della Repubblica emerito Gianfranco Izzo, il colonnello dell’esercito Vincenzo Lauro, il direttore dell’Ordine Nazionale dei Giornalisti, Ennio Bartolotta

Al  tavolo dei relatori Mimmo Falco, presidente del Movimento Unitario Giornalisti; Nicola Marini, presidente del Consiglio Nazionale dei Giornalisti; Salvatore Campitiello, presidente dell’Assostampa Campania Valle del Sarno. 

La serata è stata allietata dalla violinista Marzia De Nardo.

Nella foto la consegna della medaglia all’editore-giornalista Giovanni Fuccio. Da sinistra i giornalisti Elia Fiorillo, Mimmo Falco e Salvatore Campitiello

Torna alla home page

Visualizza altri articoli "Giornalismo"