23/11/2017

Forza Italia riparte nel capoluogo

http://www.realtasannita.it/bt_files/newspaperFiles/degirolamosguera.jpg

Importante, sotto diversi punti di vista, l’incontro che Nunzia De Girolamo ha organizzato presso la sede provinciale del partito, non solo per presentare gli importanti nuovi arrivi tra gli “azzurri”, cioè Sguera e Scarinzi, e per annunciare  i nomi del largo direttivo cittadino, ma anche per togliersi qualche sassolino dalla scarpa dopo la venuta di Giorgia Meloni nel Sannio che ha, praticamente, incoronato Pasquale Viespoli come candidato di Fratelli d’Italia nelle politiche della prossima primavera.

La parlamentare è subito partita con il futuro del partito: “Da noi - ha detto - non esistono padroni a differenza del Pd, dove stanno insieme soltanto perché di temono e vogliono evitare vendette. E la dimostrazione è proprio quella di questa mattina, quando posso annunciare con gioia l’arrivo ufficiale nel partito di Sguera e Scarinzi”. Poi, qualche parola anche per Giorgione: “Ha già pagato molto per le sue parole fuori luogo, Mastella rispetto ad altri è stato certamente precipitoso (si riferiva al “caso” Franzese, colpito dal daspo della Questura, confermato dalla Magistratura in seguito agli incidenti verificatosi prima e dopo la gara Benevento - Lazio), ma il suo “purgatorio” non può durare a lungo e deve essere riportato in paradiso per ritrovare la sua dignità”.

Dopo un accenno alla vicenda Del Basso De Caro: “Io all’epoca mi sono dimessa da Ministro, pur non avendo avvisi di garanzia”, la De Girolamo non è stata certamente tenera nei confronti di Giorgia Meloni: “Ha sbagliato ad esprimere la sua diffidenza nei confronti Mastella, dimostrando di non conoscere le realtà territoriali. L’incoronazione di Viespoli come candidato nell’uninominale? Certamente può essere considerato una risorsa per il centrodestra, ma forse soltanto per la Destra e Fratelli d’Italia. Certamente, però, la scelta candidato all’uninominale del centrodestra non può appartenere soltanto alla Meloni, perché occorre trovare un uomo che deve rispondere a logiche politiche e territoriali”.

Il preannuncio di un “no” alla candidatura di Viespoli? Forse, è proprio così!

Al termine la presentazione del nuovo coordinamento cittadino, presieduto da Vincenzo Sguera e formato da trenta componenti.

SILVIA RAMPONE

Torna alla home page

Visualizza altri articoli "Politica"